Eventi

Rassegna stampa: Corriere della Sera, «Gianfranco Contini e l'Einaudi, mezzo secolo di lettere»

 

Gianfranco Contini e l'Einaudi, mezzo secolo di lettere

 

Il carteggio tra il filologo e la casa editrice pubblicato a cura di Maria Villano dalle Edizioni del Galluzzo. Dal 1937 all’89, in quasi 700 missive gli alti e bassi di un sodalizio

di PAOLO DI STEFANO
 

«...Lettere per una nuova cultura. La corrispondenza tra Gianfranco Contini e la casa editrice Einaudi, pubblicata dalle Edizioni del Galluzzo a cura di Maria Villano, si meritava questo gran titolo. Un titolo che dice che cosa fu, nel bene e nel meno bene, il rapporto tra il maggior filologo italiano, maestro di generazioni di filologi, e l’editore torinese: non solo Giulio in persona, ma il gruppo di lavoro che si raccoglieva intorno a lui. A cominciare da Santorre Debenedetti e Leone Ginzburg, che con Bobbio, Mila, Pavese furono tra i fondatori. Debenedetti fu anche lui filologo, maestro di Contini, studioso della letteratura delle origini e di Ariosto; Ginzburg fu suo allievo all’Università di Torino, traduttore e slavista, redattore capo einaudiano. A Ginzburg si deve la prima idea della Nuova Raccolta di Classici Italiani Annotati, la collana che sarà curata dallo stesso Debenedetti e poi da Contini (infine da Cesare Segre)...»  

  ...continua la lettura dell'articolo sul sito del Corriere...

 

Corriere della Sera - 24 novembre 2019

Lettere per una nuova cultura. La corrispondenza tra Gianfranco Contini e la casa editrice Einaudi (1937-1989). A cura di Maria Villano