Eventi

Review - IlSole24Ore: «Donne e imprese del Ciclo di Guiron»

Il Sole 24 Ore - 4 aprile 2021

Donne e imprese del Ciclo di Guiron

 

di LORENZO TOMASIN
 

Saga medievale. Questo insieme di romanzi nasce nel XIII secolo da un'idea semplice: raccontare vite e avventure della generazione di cavalieri precedente a quella degli eroi arturiani più famosi. 

... apri il PDF >>>

 

***

 

 IL CICLO DI GUIRON LE COURTOIS
Romanzi in prosa del secolo XIII

Edizione critica diretta da
Lino Leonardi e Richard Trachsler

 

Il Ciclo di Guiron le Courtois, mastodontico complesso di romanzi francesi in prosa composti all’incirca tra il 1235 e il 1240, è uno dei principali testi della letteratura cortese rimasti ancora inediti. Copiato nei secoli e amato da molte generazioni di lettori, dalla corte di Federico II di Svevia fino alle biblioteche signorili del Rinascimento padano nelle quali ispirò il Boiardo e l’Ariosto, il Ciclo di Guiron le Courtois viene pubblicato integralmente per la prima volta a cura del «Gruppo Guiron», in un’edizione critica di cui si annunciano i primi tre volumi. Una versione digitale in Open Access è disponibile grazie al finanziamento del Fondo Nazionale Svizzero.

 


IV. Roman de Guiron, parte prima
A cura di Claudio Lagomarsini
Ril., pp. XVI-897, € 110 ("Archivio romanzo, 38")
Nella prima metà del Roman de Guiron (§ 1-970) viene introdotto nel mondo arturiano Guiron il Cortese, un prode cavaliere ignoto alle prose francesi del Duecento a causa della prigionia che lo ha tenuto lontano dalle scene per molti anni. All’inizio del racconto, Guiron e il suo fidato compagno d’armi, Danain il Rosso, partecipano a un torneo, accompagnati dalla bellissima moglie di Danain. Al torneo partecipa anche Lac, che resta ammaliato dalla donna e decide di rapirla affrontando la sua scorta armata. Ma Guiron intercetta la notizia e si mette in marcia per sventare l’agguato. Da questo viluppo di opposti desideri si dipana un ambizioso e complicatissimo intreccio che tiene insieme un numero impressionante di duelli, prove, imprigionamenti, avventure e – ingrediente fondamentale nella struttura del romanzo – molteplici racconti retrospettivi.
>> dettagli

V. Roman de Guiron, parte seconda
A cura di Elena Stefanelli

Ril., pp. XVI-920, € 110 ("Archivio romanzo, 39")
Nella seconda metà del Roman de Guiron (§ 971-1401) Guiron è in cerca di Danain il Rosso, il compagno d’armi che ha rapito la sua amata Bloie. Dopo vari incontri e imprese – cavalieri codardi e sleali, amanti sfortunati, imboscate e battaglie – Guiron riuscirà a trovare l’amico, con il quale si scontrerà in un duello senza esclusione di colpi. Da questo filo principale della narrazione si dipanano le avventure di altri personaggi, come quella di Brehus senza Pietà: nemico giurato delle donne, si innamora di una malvagia damigella che lo fa smarrire in una grotta, dove incontra gli avi di Guiron. Man mano che il testo si avvia verso l’epilogo, l’intreccio si sfrangia e i destini dei cavalieri prendono strade diverse, che finiscono per condurli verso solitarie e lunghe prigionie.
>> dettagli


VI. Roman de Guiron. Continuazione del Roman de Guiron
A cura di Marco Veneziale

Ril., pp. XVI-530, € 80 ("Archivio romanzo, 40")
Con il titolo di Continuazione del Roman de Guiron si pubblica una sezione narrativa che si pone, da un punto di vista diegetico, al seguito della seconda branche del ciclo, il Roman de Guiron, alla fine del quale tutti i migliori cavalieri del regno sono imprigionati o impossibilitati nell’azione cavalleresca. La Continuazione narra un’avventura errante del giovane re Artù, il quale abbandona la corte per partire alla ricerca del re Meliadus e scopre così, avventura dopo avventura, il senso della vita erratica e della cortesia cavalleresca.

>> dettagli

 

 

 

 

MIRABILE. Digital Archives for Medieval Culture

 

message

 

 

 

Pietro G. Beltrami, Amori cortesi. Conversation with the Author

SISMEL - Edizioni del Galluzzo
Conversation with the Author

 

view it on the YouTube channel of "SISMEL · Edizioni del Galluzzo"

 

Conversation with the Author

Pietro G. Beltrami and Caterina Menichetti talk about the volume:

Pietro G. Beltrami, Amori cortesi. Scritti sui trovatori

 ***

On the occasion of this interview we are pleased to offer this volume at a 20% discount (valid until 26/5/2021)

 

 ***

 

 

 

MIRABILE. Digital Archives for Medieval Culture

 

message

 

 

 

 

Roman de Guiron: Conversation with the Authors

SISMEL - Edizioni del Galluzzo
Conversation with the Authors

 

view it on the YouTube channel of "SISMEL · Edizioni del Galluzzo"

 

Conversation with the Authors:

Fabrizio Cigni, Claudio Lagomarsini, Elena Stefanelli and Marco Veneziale talk about the new volumes:


 IL CICLO DI GUIRON LE COURTOIS
Romanzi in prosa del secolo XIII

Edizione critica diretta da
Lino Leonardi e Richard Trachsler

Il Ciclo di Guiron le Courtois, mastodontico complesso di romanzi francesi in prosa composti all’incirca tra il 1235 e il 1240, è uno dei principali testi della letteratura cortese rimasti ancora inediti. Copiato nei secoli e amato da molte generazioni di lettori, dalla corte di Federico II di Svevia fino alle biblioteche signorili del Rinascimento padano nelle quali ispirò il Boiardo e l’Ariosto, il Ciclo di Guiron le Courtois viene pubblicato integralmente per la prima volta a cura del «Gruppo Guiron», in un’edizione critica di cui si annunciano i primi tre volumi. Una versione digitale in Open Access è disponibile grazie al finanziamento del Fondo Nazionale Svizzero.


IV. Roman de Guiron, parte prima
A cura di Claudio Lagomarsini
Ril., pp. XVI-897, € 110 ("Archivio romanzo, 38")
Nella prima metà del Roman de Guiron (§ 1-970) viene introdotto nel mondo arturiano Guiron il Cortese, un prode cavaliere ignoto alle prose francesi del Duecento a causa della prigionia che lo ha tenuto lontano dalle scene per molti anni. All’inizio del racconto, Guiron e il suo fidato compagno d’armi, Danain il Rosso, partecipano a un torneo, accompagnati dalla bellissima moglie di Danain. Al torneo partecipa anche Lac, che resta ammaliato dalla donna e decide di rapirla affrontando la sua scorta armata. Ma Guiron intercetta la notizia e si mette in marcia per sventare l’agguato. Da questo viluppo di opposti desideri si dipana un ambizioso e complicatissimo intreccio che tiene insieme un numero impressionante di duelli, prove, imprigionamenti, avventure e – ingrediente fondamentale nella struttura del romanzo – molteplici racconti retrospettivi.
>> dettagli

V. Roman de Guiron, parte seconda
A cura di Elena Stefanelli

Ril., pp. XVI-920, € 110 ("Archivio romanzo, 39")
Nella seconda metà del Roman de Guiron (§ 971-1401) Guiron è in cerca di Danain il Rosso, il compagno d’armi che ha rapito la sua amata Bloie. Dopo vari incontri e imprese – cavalieri codardi e sleali, amanti sfortunati, imboscate e battaglie – Guiron riuscirà a trovare l’amico, con il quale si scontrerà in un duello senza esclusione di colpi. Da questo filo principale della narrazione si dipanano le avventure di altri personaggi, come quella di Brehus senza Pietà: nemico giurato delle donne, si innamora di una malvagia damigella che lo fa smarrire in una grotta, dove incontra gli avi di Guiron. Man mano che il testo si avvia verso l’epilogo, l’intreccio si sfrangia e i destini dei cavalieri prendono strade diverse, che finiscono per condurli verso solitarie e lunghe prigionie.
>> dettagli


VI. Roman de Guiron. Continuazione del Roman de Guiron
A cura di Marco Veneziale

Ril., pp. XVI-530, € 80 ("Archivio romanzo, 40")
Con il titolo di Continuazione del Roman de Guiron si pubblica una sezione narrativa che si pone, da un punto di vista diegetico, al seguito della seconda branche del ciclo, il Roman de Guiron, alla fine del quale tutti i migliori cavalieri del regno sono imprigionati o impossibilitati nell’azione cavalleresca. La Continuazione narra un’avventura errante del giovane re Artù, il quale abbandona la corte per partire alla ricerca del re Meliadus e scopre così, avventura dopo avventura, il senso della vita erratica e della cortesia cavalleresca.

>> dettagli

 

 ***

 

message

 

 MIRABILE. Digital Archives for Medieval Culture

 

 

 

 

Review - IlSole24Ore: «Il X secolo, senza nome ma conscio delle lettere»

Il Sole 24 Ore - 7 febbraio 2021

Il X secolo, senza nome ma conscio delle lettere

 

di ARMANDO TORNO
 

«Silvestro II, il pontefice dell'anno Mille, al secolo Gerberto d'Aurillac, similmente ad altri successori di Pietro diventò ben presto un nome in un lungo elenco. Tuttavia la sua opera...»  

... continua a leggere online >>>

 

***

Patrizia Stoppacci
Il secolo senza nome
Cultura, scuola e letteratura latina dell'anno Mille e dintorni